Come fai a sapere se il tuo bambino sta mettendo i denti?

Sapete se il vostro bambino sta mettendo i denti? Durante i primi mesi della sua vita, il tuo bambino vivrà una grande quantità di sconvolgimenti fisici e psicologici. Immaginate, dopo aver passato 9 mesi rannicchiato nella pancia della sua mamma, scoprirà il mondo esterno, poi le gioie dell’alimentazione, imparerà a girarsi, a sedersi, a gattonare, poi a stare in piedi… E tutto questo in pochi mesi! Uno dei grandi cambiamenti che avviene nella maggior parte dei casi intorno ai 6 mesi è la comparsa dei primi denti. La dentizione è di solito molto temuta dai giovani genitori che non sempre sanno come individuare i primi sintomi e poi come alleviare il bambino.

I primi denti fanno spesso rima con notti brevi e pianti, o anche febbre e malattia per i più sfortunati. Qui ti guideremo, passo dopo passo, attraverso le diverse fasi della comparsa dei primi denti da latte, in modo che tu possa capire meglio come il tuo bambino vive questa fase e quindi alleviare il suo dolore e confortarlo in ogni momento. State tranquilli, ci sentiamo tutti impotenti e sconvolti la prima volta che questo accade. Con la giusta preparazione e conoscenza, sarete in grado di prevenire la dentizione del vostro bambino e diventare veri esperti nel campo!

Seguite la nostra guida e venite a scoprire tutte le vicissitudini della bocca del vostro piccolo!!!

Spinta dentale: cosa succede davvero nella bocca del tuo bambino

bambino sulla pancia con le dita in bocca
Come fai a sapere se il tuo bambino sta mettendo i denti? 6

Come abbiamo spiegato sopra, durante i primi mesi di vita, il corpo del neonato subisce enormi metamorfosi in termini fisiologici. Durante il suo primo anno, il bambino sperimenterà cambiamenti di incomparabile portata. Infatti, il corpo cambierà più in questi 12 mesi che in tutta la sua vita! Uno di questi grandi cambiamenti è nella bocca, e più in particolare nei denti. Avrete bisogno di capire cosa sta succedendo in questo settore, in modo da poter fornire conforto e sollievo quando arriva il momento.

Si usa dire che il primo dente spunta intorno ai 6 mesi, ma sappiate che non esiste una regola esatta e che alcuni bambini vedono comparire i loro primi denti da latte ben dopo i 12 mesi. Al contrario, alcuni neonati nascono addirittura con uno o due denti (spesso coperti dalle gengive in seguito).

Uno dei segni evocativi di questa uscita dentale, quello che non vi ingannerà mai, è quello che è comunemente noto come gengive raddoppiate.

Il double gums? Che cos’è? In realtà è un termine piuttosto barbaro per spiegare che le gengive del bambino si gonfiano, o addirittura diventano gonfie. Infatti, i suoi denti da latte devono spuntare un giorno o l’altro! E per raggiungere questo obiettivo, spingeranno semplicemente le gengive verso l’esterno. Fate molta attenzione, perché questo cambiamento fisico non è sempre facile da individuare: la mucosa che circonda i denti dovrebbe diventare più piatta e larga. E sì, i nostri corpi sono molto ben fatti, tutto è progettato per fare spazio a piccoli incisivi nuovi di zecca.

Oltre a questo “allargamento”, si dovrebbe vedere il colore delle gengive cambiare, come il processo progredisce. Da un bel colore rosa, questo cambierà in rosso vivo, diventando anche blu a volte.

Rassicurati che questi sintomi sono totalmente benigni! A volte possono essere dolorosi per il vostro cherubino, ma vedremo più tardi come alleviarlo facilmente.

. /wp:heading –>
primi denti del bambino
Come fai a sapere se il tuo bambino sta mettendo i denti? 7

A questo punto della nostra spiegazione, possiamo solo assicurare che l’eruzione dei denti da latte può anche passare completamente inosservata in alcuni bambini (beati loro!).

Se vuoi tenere d’occhio i tempi dei cambiamenti fisiologici del bambino, però, devi sapere che di solito la comparsa del primo dentino fa spesso rima con la diversificazione della dieta (infatti, questo coincide finalmente con le raccomandazioni dell’OMS sull’allattamento esclusivo al seno fino ai 6 mesi). Ma come vi abbiamo detto sopra, questo punto di riferimento non può essere preso al valore nominale, poiché le date variano così tanto da un bambino all’altro.

La prima serie di denti a spuntare sono spesso quelli nella parte anteriore della dentizione, prima i due inferiori, poi i due superiori (anche se di nuovo, questi sono casi generali e non possiamo dirvi abbastanza, ogni bambino è unico). Questi sono chiamati incisivi medi. Questi sono quelli che aiuteranno il vostro bambino a tagliare e sgranocchiare il cibo che servite, partecipando così attivamente alla buona digestione.

Gli altri incisivi dovrebbero poi sfondare. I molari, la cui funzione è quella di digrignare, non usciranno, da parte loro, che dopo il primo anno del bambino, e poi finalmente verranno i canini (il tuo piccolo avrà 20 denti in totale). Ovviamente, il cibo che scegliete deve tener conto della funzione dei suoi denti. Se il bambino non può ancora macinare, non cercare di servirgli verdure crude.

baby in bed in white onesie
Come fai a sapere se il tuo bambino sta mettendo i denti? 8

Ora che conosci le diverse fasi della dentatura del tuo bambino, cercheremo di darti tutte le chiavi sui sintomi fisici e comportamentali che puoi notare in un bambino, durante la dentizione. Infatti, ci sono segni che non ingannano!

In generale, quando il vostro bambino è nato, imparerete presto che, indipendentemente dall’argomento, piangerà quando vuole dirvi qualcosa o farvi capire come si sente. Questo pianto avrà poco a che fare con la tristezza, è semplicemente il suo unico modo di esprimersi prima che impari a parlare. Quindi non fatevi prendere dal panico di fronte a torrenti di lacrime che a volte possono innervosire i più fiduciosi tra noi.

Per quanto riguarda l’aspetto dei primi denti, si possono facilmente rilevare delle differenze nel suo comportamento quotidiano che vi metteranno in difficoltà. Già da quelle famose grida. Se il tuo piccolo è più scontroso del solito, se lo senti infastidito da tutto e da tutti e se piange alla minima occasione, è una scommessa sicura che i suoi primi denti stanno spuntando.

Oltre ad essere particolarmente irritabile, hai notato che il bambino sta masticando tutto, dalle chiavi della tua auto al peluche che giace sul pavimento? Lui che di solito è così affezionato ai bavaglini o alle poppate (o ai pasti a seconda dell’età) si nutre meno, girando la testa dall’altra parte quando vuoi dargli da mangiare?

Le sue notti (e per nesso causale le vostre) sono molto più irrequiete, si sveglia più volte per notte? Il tuo piccolo impiega molto tempo per addormentarsi, che di solito va alla deriva nel mondo dei sogni in meno di cinque minuti? Non c’è bisogno di essere un sensitivo per dirvi che siete nel mezzo di un grosso problema di dentizione.

Oltre ai cambiamenti comportamentali, ci saranno alcuni segni fisici che non ingannano, le famose guance rosse per esempio, soprattutto se solo una delle sue guance diventa di un bel colore da bambola russa.

Infatti, sul lato della bocca dove il bambino sta mettendo i denti, la guancia si colorerà naturalmente, annunciando il loro arrivo.

Il bambino dovrebbe anche salivare più del solito. Lontano dall’immagine stereotipata del bambino roseo nei suoi vestiti nuovi, vedere lunghi flussi di saliva che colano dalla sua bocca sui vostri vestiti sarà un luogo comune. Ricordati di tenere i pannolini o i bavaglini vicino a te durante questi momenti, la tua lavatrice ti ringrazierà!

Speriamo che per la tua dolce testolina bionda, questa ipersalivazione le permetta soprattutto di avere una bocca ben idratata e delle gengive ben protette quando appariranno i suoi denti da latte. È il modo di fare della natura, dopo tutto. Oltre alle guance, il vostro caro cherubino può andare incontro a quello che in gergo medico si chiama eritema gluteo, in altre parole, un sedere molto rosso e tutto irritato. Per i meno fortunati, possono anche essere associati al fenomeno poco piacevole, ma del tutto banale, della diarrea dentale.

Infine, non è sorprendente che tutti questi sintomi, sia fisici che comportamentali, siano accompagnati da una leggera febbre. Vedremo più avanti che bisogna comunque stare attenti a certi segni, tra cui la febbre, che richiedono una visita medica, in quanto potenzialmente sintomatici di malattie sottostanti diverse da una classica riacutizzazione.

Come alleviare il dolore dei bambini

Per parlarvi in termini di dolore provato, i vecchi vi diranno spesso che se noi, come adulti, dovessimo sopportare il dolore che provano i nostri cari bambini al loro primo capezzolo, saremmo molto rapidamente soggetti a svenimenti o malesseri, tanto grande è la loro intensità.

Ma rimarrà un mistero, comunque, e rallegriamoci, inoltre, di non aver tenuto presente questo fenomeno, essendo il nostro mal di denti adulto, per chi ne soffre, sufficientemente sgradevole, persino provante, com’è.

Tuttavia, ecco alcuni tips e tricks che possono calmare il vostro bambino quando sta sperimentando un flare-up.

bambino in braccio alla mamma
Come fai a sapere se il tuo bambino sta mettendo i denti? 9

Prima di entrare nel vivo con metodi o modi concreti per allontanare quel fastidioso dolore al primo dente, dobbiamo ancora dirvi che, non appena vedete il vostro bambino che soffre per le sue fitte (perché dopo aver letto tutto questo, siete ormai un esperto di dentizione e i segnali di avvertimento non hanno segreti per voi), niente lo conforterà più di un enorme abbraccio da parte vostra. E sì, al di là di tutto ciò che i negozi specializzati di ogni tipo e le altre farmacie possono offrirti, non c’è niente di più confortante che essere coccolati dai tuoi genitori.

I nostri consigli per calmare il bambino al primo segno di sintomi

baby with teething ring
Come fai a sapere se il tuo bambino sta mettendo i denti? 10

Una volta che quel momento divertente e cocooning è passato, imparerai rapidamente che ci sono un intero tas di modi che dovrebbero aiutarti a calmarla.

● Strofinando le gengive: potete, con il vostro dito che avrete pulito bene in precedenza, va da sé, esercitare una leggera pressione sulla parte gonfia della gengiva, questo riduce il dolore. Nello stesso spirito, e forse più efficace, avvolgete un piccolo panno inumidito con acqua fredda intorno al vostro dito e passatelo sulla zona sensibile. Puoi anche lasciargli masticare il panno, combinato con l’acqua fredda, questo dovrebbe davvero aiutare. Spazzolare i denti del bambino molto delicatamente con spazzolini speciali (setole molto morbide o con piccoli perni) può anche aiutare.

.

● Il famoso anello di dentizione: molto familiare ai genitori, e molto spesso nelle liste di nascita, l’anello di dentizione è un modo semplice per permettere al bambino di alleviare (se padroneggia la presa) il dolore della dentizione. Alcuni genitori giurano per l’anello di dentizione refrigerato, poiché il freddo fornisce anche un leggero anestetico locale alle gengive.

Fate attenzione, però, a non congelare mai questo anello. Puoi anche scegliere un anello strutturato o a coste (un po’ come lo spazzolino da denti a spillo). Per una scelta perfetta, dovrai assicurarti che sia abbastanza grande in modo che il bambino non possa metterlo tutto in bocca, e fatto di materiali cosiddetti infrangibili” (per esempio non dovrebbe essere in grado di sbriciolarsi parzialmente, immagina se c’è del liquido dentro), e se possibile i più naturali disponibili (noi evitiamo il PVC).


● Sul lato farmacia: troverete molti rimedi più o meno naturali che sulla carta aiutano ad alleviare la dentizione. Non costa nulla provarli se il vostro bambino non si calma con i metodi menzionati sopra. Uno dei più famosi, e anche ben noto agli adulti in caso di dolore, è il paracetamolo. Naturalmente, assicuratevi di rispettare le dosi prescritte in base al peso del bambino.

Puoi anche usare un gel dentale che anestetizzerà localmente la gengiva sofferente. Molto facile da applicare (con il dito) è anche antisettico. È meglio usarlo dopo un pasto, un biberon o una poppata, perché la lingua del bambino può diventare un po’ insensibile. Come il gel, ci sono oli da applicare, che hanno il vantaggio di essere più naturali del gel. Naturalmente si può ricorrere, dopo il consiglio del medico, all’omeopatia che offre trattamenti di base in granuli, o soluzioni da deglutire e con proprietà lenitive.

Infine, abbiamo scoperto che altre tendenze che sono emerse recentemente si stanno dimostrando popolari tra i giovani genitori, come iris roots. Un po’ come i bastoncini di liquirizia che masticavamo da bambini, il bambino si divertirà a fare lo stesso con l’iris. Queste hanno belle virtù lenitive e aiuteranno i denti a sfondare grazie allo sfregamento.

Pitfalls to avoid: beware of grandma’s remedies.

Se hai delle nonne nella tua cerchia, è probabile che abbiano qualche consiglio curioso sulla dentizione. Puoi anche trovare dei consigli molto folli su Internet. Non lo raccomanderemo mai abbastanza, come in tutte le materie, se avete il più piccolo dubbio su un metodo o sullo stato di salute del vostro bambino, niente è meglio di una chiamata al pediatra. Avrà un parere medico affidabile, puoi fidarti di lui.

Da parte nostra, ecco una piccola gamma di ciò che è meglio evitare di fare se vogliamo davvero alleviare i nostri bambini e i loro primi denti.

● Per prima cosa, mettete i rimedi come l’acqua di zucchero, lo sciroppo o il miele in una credenza (che chiuderete a doppia mandata). Saresti in un mare di guai se i denti del tuo cuoricino apparissero tutti cariati!

● In secondo luogo, evita la collana d’ambra. Molto apprezzata dai genitori di tutto il mondo (si dice che più del 50% dei bambini abbia una collana d’ambra), si dice che l’ambra abbia proprietà di regolazione dell’energia e che aiuti il bambino a superare le fasi dolorose dell’eruzione dei denti senza sintomi negativi. Tuttavia, i rischi per il bambino di soffocamento o strangolamento sono molto presenti e le sue belle qualità, che sono state lodate per generazioni, non sono mai state provate. Quindi prevenire è meglio che curare!


● Infine, come detto sopra, le verdure crude e altri cibi duri non dovrebbero essere dati prima della comparsa dei molari, anche per il rischio di soffocamento che potrebbero causare.

Allora siamo arrivati alla fine di quello che potremmo dirvi sull’aspetto dei primi denti dei bambini. Ora puoi prevederli, capire meglio perché il tuo bambino reagisce in quel modo e, soprattutto, provare i nostri consigli e trucchi per lacrimare il dolore velocemente.


Una cosa è certa, bisogna fidarsi di se stessi! Se sente che il suo bambino non sta bene e che i segni che potrebbero essere associati alla dentizione possono essere più gravi di quello che sembrano, non esiti a chiamare il suo pediatra che farà una diagnosi affidabile e precisa.

Non esitate a condividere il vostro feedback su questo argomento!

Carrello
Torna su

-10% DI SCONTO MEDIATO

+1 possibilità di vincere un prodotto gratis

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e ottieni subito il 10% di sconto sul tuo ordine e la possibilità di vincere un prodotto gratuito.